Sul come riuscire una fusione aziendale o, meglio, come fare in modo che un piano si svolga senza intoppi

Quando due grandi aziende devo effettuare una fusione, spesso in programma ci sono 3 anni per svolgere un piano strategico su vari punti: l’amministrazione e contabilità, la comunicazione, le risorse umane, il marketing… poi ci sono, dal punto di vista operativo, tutta un’altra serie di azioni: bisogna scegliere il nuovo sistema informativo, ottimizzare i processi, migliorare la qualità di servizio… insomma, come dicono in molto, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare! E i team operativi? Beh non hanno che da adattarsi.

Per attraversare il mare, ci siamo noi.

“Il Lean dinamizza i risultati”

Pietro è il direttore delle Operations in carica per la fusione. È la terza fusione che affronta insieme a noi. Delle due precedenti dice: “il Lean ha saputo dare dinamismo ai risultati”.

Cosa vuole Pietro? Vuole che la fusione riesca, ma soprattutto vuole aumentare il fatturato della nuova società. E subito.

La sua convinzione, costruita sulle due precedenti esperienze: il successo si basa sull’accompagnamento di ogni collaboratore. Si possono disegnare e pensare i migliori processi dell’universo, acquistare il software più performante esistente… tutto questo, senza la partecipazione di ogni collaboratore, può miseramente fallire.

Passare dal piano strategico all’operativo

Cosa si aspetta da noi? Che ci occupiamo della parte operativa del piano strategico: cioè che ci occupiamo di accompagnare i team affinché si sentano coinvolti durante tutto il periodo di transizione. Per non fare un buco nell’acqua. Senza che nessun cliente subisca disservizi.

Quello che vuole è:

  • Ottenere l’adesione dei collaboratori
  • Rendere fluidi i cambiamenti organizzativi, di processo e di software
  • Ottenere performance operative
  • E subito. Senza sconvolgimenti per il cliente.

Beh…non resta che iniziare!

Come passare alla trasformazione in larga scala?

Abbiamo avuto la fortuna di accompagnare un team dopo l’altro, verso il successo di questa trasformazione. Tutti i servizi: commerciale, relazione clientela, back office… la Francia in lungo e in largo. Più di 70 team.

E funziona. La produttività aumenta, il tasso di trasformazione delle vendite pure. Il tutto durante i 2 mesi dei vari progetti. E i clienti sono contenti.

Un esempio? Qui

Da un punto di vista operativo, sono riusciti a:

  • Dare la definizione di “successo”: cosa ci si aspetta da ogni team
  • Eliminare tutto quelle che impedisce ai team di riuscire. Noi la chiamiamo variabilità e sprechi. E ciò ha un impatta direttamente sui risultati.
  • Perennizzare questo approccio dinamico nei team ottenendo il sostegno dei manager.
  • Portare i manager sul campo.

Il Lean aiuta la trasformazione

E la fine della storia? Dopo te anni e oltre 1000 persone accompagnate, di cui 10 dirigenti, i team sono più che contenti, nonostante tutto attorno a loro sia cambiato.  E le performance vanno nella giusta direzione. E tutto è accaduto in modo fluido. È la terza fusione riuscita per Pietro.

Quindi: come riuscire una fusione o, più generalmente, come svolgere un piano strategico a livello operativo? Beh basta chiedercelo. Perché a noi piacciono molto “i piani ben riusciti.”

 

Articolo originale Elodie Atlan

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...